loading...
loading...

L’imbroglio di Medjugorie: Le agghiaccianti affermazioni del vescovo sconvolgono il mondo intero.

697
Condivisioni Totali

Le conclusioni di Monsignor Ratko Peric, vescovo di Mostar, sotto la cui giurisdizione ricade la cittadina delle presunte apparizioni mariane. “Quella figura femminile è ambigue: ride in maniera strana e permette ad alcuni di toccare il suo corpo. Non è la Madonna”. Il mistero delle apparizioni della Madonna a Medjugorie ha da sempre diviso i cattolici tra favorevoli e contrari, tra fanatici e ostili, tra razionali e impulsivi. La questione è tornata alla ribalta dopo le dichiarazioni del vescovo di Mostar, Ratko Peric, che sul sito della diocesi, ha pubblicato una lunga riflessione dalla quale emerge di avere pochi dubbi: in sintesi, sarebbe tutta una montatura. “Tenendo conto di tutto quel che è stato esaminato e studiato da questa Curia diocesana, incluso lo studio dei primi sette giorni delle presunte apparizioni, si può pacificamente affermare: La Madonna non è apparsa a Medjugorje! Questa è la verità che sosteniamo, e crediamo nella parola di Gesù, secondo cui la verità ci renderà liberi” ha scritto Peric  in un articolo – dall’emblematico titolo ‘Le “apparizioni” dei primi sette giorni a Medjugorje’ – pubblicato alla vigilia dell’arrivo a Medjugorje dell’’inviato speciale’ del Papa, nella persona dell’arcivescovo di Varsavia mons. Henryk Hoser. Secondo il vescovo di Mostar – sotto la cui giurisdizione ricade la cittadina delle presunte apparizioni mariane – quella che sarebbe apparsa a Medjugorie è una “figura ambigua”. E chiarisce il suo pensiero: “La figura femminile che sarebbe apparsa a Medjugorje si comporta in modo del tutto diverso dalla vera Madonna, Madre di Dio, nelle apparizioni riconosciute finora come autentiche dalla Chiesa: di solito non parla per prima; ride in maniera strana; a certe domande scompare e poi di nuovo ritorna; obbedisce ai ‘veggenti’ e al parroco che la fanno scendere dal colle in chiesa sebbene controvoglia. Non sa con sicurezza per quanto tempo apparirà; permette ad alcuni presenti di calpestare il suo velo steso per terra, di toccare la sua veste e il suo corpo. Questa non è la Madonna evangelica”.

Peric spiega di essere arrivata alle sue conclusioni dopo aver trascritto dai registratori le audiocassette contenenti i colloqui avvenuti, nella prima settimana delle apparizioni (1982) nell’ufficio parrocchiale di Medjugorje, tra il personale pastorale e i ragazzi e le ragazze, che avevano affermato di aver visto la Madonna, “con piena convinzione e responsabilità”. Tutte prove che lo hanno portato ad affermare l’”evidente non autenticità dei presunti fenomeni. Se la vera Madonna, Madre di Gesù, non è apparsa – come infatti non è – allora a tutto sono da applicare le seguenti formule: sedicenti veggenti, presunti messaggi, pretes, segno visibile e cosiddetti segreti”.

(Fonte: www.fanpage.it).

697
Condivisioni Totali


Lascia il tuo commento:

commenti